I-10-hashtags-del-2018-(-e-come-usarli-)-abaenglish

Gli hashtag in inglese del 2018

Con il passare degli anni gli hashtag sono diventati sempre più importanti sia per acquisire visibilità sul web che per trovare contenuti di proprio interesse. La parola hashtag nasce dalla fusione dei due termini inglesi hash (cancelletto) e tag (etichetta) ed è stata introdotta per la prima volta nel 2007 in riferimento a Twitter. In seguito, come ben saprai, il suo utilizzo è passato anche ad altri social network, tra cui Facebook e Instagram. Il cancelletto non ha un significato specifico ma è un segno convenzionale per classificare meglio un tweet e va utilizzato per introdurre una parola chiave.

Scegliendo il giusto hashtag, avrai modo di trovare facilmente una discussione di tuo interesse in un social o, nel caso di Instagram, individuare le foto con i contenuti di tuo gradimento. È importante che le parole dell’hashtag siano specifiche, in modo da aiutarti a trovare contenuti che rispondano alle tue esigenze. Nello stesso tempo, bisogna evitare di essere troppo ricercati, altrimenti si potrebbe limitare di molto il proprio raggio d’azione e perdere materiale utile e interessante.

Data l’importanza della scelta degli hashtag giusti, abbiamo pensato di proporti quelli più interessanti del 2018 in inglese, sia che tu voglia pubblicare qualcosa e ottenere visibilità, sia che la tua intenzione sia semplicemente cercare materiale su un argomento specifico.

#adoptdontshop

Adoptdontshop sta per adopt, don’t shop e significa “adotta, non comprare”. Come avrai capito, è il motto di una campagna di sensibilizzazione, che invita ad adottare i nostri amici animali piuttosto che acquistarli nei negozi. Se si tratta di un tema di tuo interesse, per essere più specifico potresti aggiungere all’hashtag le seguenti parole:

Pet (animale da compagnia)
Animal shelter (rifugio per animali)
New home (nuova casa)
Family (famiglia)
Rescue dog (cane salvato)

#zerowaste

Sicuramente conoscerai il significato di zero, ma che dire di waste? È un sostantivo e in questo contesto significa “spreco”, quindi zerowaste potrebbe essere tradotto in italiano “zero rifiuti”. Si tratta di una campagna per limitare al massimo gli sprechi e l’impatto dei rifiuti umani sul pianeta. Altre parole legate allo stesso campo semantico potrebbero essere:

Life (vita)
Recycle (riciclo)
Movement (movimento)
Kitchen (cucina)
Wedding (matrimonio)

#selfacceptance

Self- è un prefisso che significa “se stesso”, mentre acceptance significa “accettazione”. L’hashtag #selfacceptance indica dunque l’accettazione di se stessi, del proprio corpo e della propria personalità. Altri termini correlati potrebbero essere:

Resilience (resilienza, resistenza d’animo, capacità di recupero)
Beauty (bellezza)
Mindful meditation (meditazione consapevole)
To acknowledge (riconoscere)
Tips (suggerimenti)

#responsibletravel

Responsible travel sta per “viaggio responsabile”, e richiama subito alla mente il tema del turismo responsabile e sostenibile. Se stai pensando di intraprendere il viaggio della tua vita, cerca materiale su questo tema accompagnando l’espressione con il nome del luogo che vorresti visitare, ad esempio #responsibletravel#california. In alternativa potresti aggiungere le seguenti parole chiave:

Nature (natura)
Sustainable (sostenibile)
Globetrotter (giramondo)
To wander (girovagare)
Escape (fuga, evasione)

#climatechange

Un tema che va a braccetto col turismo responsabile e soprattutto con il problema dei rifiuti è quello del climate change (cambiamento climatico). Se ti interessano i dibattiti sulle condizioni del nostro pianeta e sulle possibili soluzioni, usa questo hashtag. Potresti anche aggiungere parole come:

Solutions (soluzioni)
To protest (protestare)
Programme (programma)
Impact (impatto)
Emission (emissione)

#mentalhealthawareness

Questo hashtag è composto da tre parole: mental (mentale), health (salute) e awareness (consapevolezza). Purtroppo il tema della salute mentale è diventato sempre più scottante per via dell’aumento delle patologie mentali e dei disturbi psicologici. Usa questo hashtag per dare il tuo contributo a dibattiti su come tutelare il proprio benessere psicologico e favorire pratiche ed atteggiamenti che promuovano la salute mentale e il pensiero positivo. Altre parole inerenti a questo tema potrebbero essere:

Loneliness (solitudine)
Bullying (bullismo)
Fear (timore)
Despair (disperazione)
Hardworking (laborioso)

#givingtuesday

Il Giving Tuesday è un movimento internazionale che ha lo scopo di promuovere la cultura del dono, per un mondo più solidale e generoso. L’idea è nata dalla ONG 92Y Street di New York e dalla Fondazione delle Nazioni Unite che nel 2012 hanno promosso questo movimento in risposta agli eventi del Black Friday e del Cyber Monday. La parola giving significa “donare”, mentre Tuesday significa “martedì”. Ogni anno Giving Tuesday cade il martedì successivo al Black Friday. Altri termini coerenti con questa iniziativa sono:

Gift (dono)
To give (dare)
To donate (donare)
To share (condividere)
Why (perché)

Pronto a navigare?

Ora conosci il significato degli hashtag più interessanti del 2018. Se ami i social e vorresti partecipare a discussioni su svariati argomenti in inglese, perché non affini le tue competenze con un corso di inglese online? ABA English ti offre un corso gratuito con 144 videolezioni, cortometraggi ed insegnanti madrelingua per preparati a sostenere una conversazione in inglese su qualsiasi argomento di tuo interesse!

Comincio subito!
Provo subito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *